Centauro in bronzo da Tommaso Campaiola

della Redazione di Antiqua

Abbiamo ricevuto alcune belle immagini di un bronzo raffigurante la lotta tra un Centauro e un leone accompagnate dalla richiesta di notizie “… in merito a questa scultura così espressiva e definita con maestria unica nei minimi particolari…” avvicinabile “… ad un solo scultore del Rinascimento …” [Figure1, 1a e 1b].

tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo

Figura 1. Tommaso Campaiola (copia da), Lotta tra un Centauro e un leone, bronzo, altezza cm. 47.

tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo
tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo

Figure 1a e 1b. Dettagli del bronzetto di Figura 1.

Effettivamente, la verosimiglianza delle patine e la definizione dei particolari, avrebbe potuto far pensare in prima battuta a un manufatto della fine del Cinquecento.
Non sapremo mai a quale “scultore del Rinascimento” pensasse il lettore che ci ha proposto il bronzo, ma una breve ricerca ci ha consentito di identificare l’autore dello stesso soggetto in Tommaso Campaiola (o Campajola), uno scultore attivo tra Otto e Novecento di cui si sa pochissimo, tranne che per diverse opere in bronzo da lui firmate comparse sul mercato (Nota).
Un bronzetto intitolato Lotta tra un Centauro e un leone, datato 1916, è stata presentato presso la casa d’aste Freeman’s di Philadelphia in data 10 settembre 2012 (lotto n. 525) [Figura 2].
Tra le zampe posteriori del Centauro compaiono i resti di un capitello che non vediamo nel bronzo di Figura 1, in cui le stesse zampe poggiano direttamente sulla base in marmo.

tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo

Figura 2. Tommaso Campaiola, Lotta tra un Centauro e un leone, 1916, bronzo, Freeman’s, 10 settembre 2012 n. 525.

Due anni dopo, la stessa casa d’aste ne proponeva un altro esemplare, questa volta in bronzo dorato, come opera dedotta da Campaiola (“after Tommaso Campaiola”) [Figura 3].
Le zampe anteriori poggiano su una base in bronzo, ma non si vedono tracce di capitelli affioranti dal terreno.

tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo

Figura 3. Da Tommaso Campaiola, Lotta tra un Centauro e un leone, bronzo, altezza cm. 45,7 (18 inches), Freeman’s, 20 maggio 2014 n. 22, proveniente dalla collezione Alex Titomirov (Great Falls).

Non fosse bastato il “declassamento” dal tardo Rinascimento al primo Novecento, un supplemento di indagine ci ha consentito di incrociare l’attività di una fonderia che si chiama Art Bronze, con sede a Los Angeles, che dal 1974 offre eccellenti riproduzioni di sculture in bronzo di importanti artisti antichi e moderni.
Nel suo catalogo abbiamo rintracciato proprio il Centauro battling a Lion di Tommaso Campaiola [Figura 4] che pare la coppia esatta del bronzetto datato 1916 proposto da Freeman’s nel 2012.

tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo

Figura 4. Da Tommaso Campaiola, Lotta tra un Centauro e un leone, bronzo, dimensioni n.d., Art Bronze Inc., Los Angeles.

Ciò che sorprende, pur nell’incertezza derivante dalla scarsa qualità dell’immagine, è la capacità di riprodurre non solo la forma, ma anche le caratteristiche esteriori del bronzo antico in termini di ossidazione e di quel “chiaroscuro” in genere prodotto dall’uso che rende più lucide le parti maggiormente esposte.
Come evidenziato all’inizio, ritroviamo queste caratteristiche anche nel bronzetto di Figura 1 che, alla luce di quanto precede, possiamo senza indugio collocare tra le copie tratte da opere di Tommaso Campaiola.
Che poi si tratti di una copia risalente alla metà del secolo scorso o più tarda, risulta trascurabile anche per i valori in gioco: non sappiamo a quanto la Art Bronze venda il suo Centauro, ma quello in bronzo dorato passato da Freeman’s nel 2014 è stato aggiudicato per 438 $ dopo essere stato stimato $ 600-800.
Segnaliamo infine, a proposito del bronzetto da cui siamo partiti, alcuni particolari costruttivi, ben documentati dalle immagini che, forse, avrebbero potuto farci dubitare fin da subito che si fosse in presenza di un bronzetto rinascimentale.
Senza trarre alcuna ulteriore conclusione, mostriamo la connessione dell’avanbraccio che regge la clava al resto dell’articolazione, dove si nota la presenza di un perno a sezione perfettamente circolare [Figure 1c e 1 d].

tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo
tommaso-campaiola-lotta-centauro-leone-bronzo

Figure 1c e 1d. Dettagli del bronzetto di Figura 1.

Nota
Ignorato in altri repertori della scultura italiana, riceve poche righe in Alfonso Panzetta, Nuovo dizionario degli scultori italiani dell’Ottocento e del primo Novecento, Adarte 2003, come segue: “Artista napoletano, autore di opere di genere, nel Museo Nazionale di San Martino a Napoli è conservato il bronzo Limone con grillo”.

Marzo 2022

© Riproduzione riservata